Piano di Monitoraggio Integrato - PMI

La ADSP sta per affidare il servizio di realizzazione e gestione pluriennale di una rete di monitoraggio d’area, al fine di controllare attraverso punti di misura “omogeneamente distribuiti” lo stato qualitativo complessivo del sistema terra-mare del Porto di Taranto.

L’attività di monitoraggio e controllo dello stato qualitativo complessivo del sistema terra-mare verrà monitorato attraverso:

  • il servizio di campionamento delle matrici ambientali a cadenze regolari e programmate;
  • il servizio di analisi delle matrici investigate;
  • il servizio di ripristino dei punti di misura.

Attraverso un sistema informativo/piattaforma dedicata verranno gestiti dati ambientali ottenute nelle citate campagne di campionamento ed analisi
Il PMI nasce dall’esigenza da parte della Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio di monitorare l’intera area portuale e le diverse matrici ambientali, al fine di controllare sia gli impatti derivanti dall’esecuzione degli interventi in corso/eseguiti/programmati sulle aree portuali, tra i quali:

  • “Interventi di dragaggio di 2,3 Mm3 di sedimenti in area Molo Polisettoriale e per la realizzazione di un primo lotto per la cassa di colmata funzionale all’ampliamento del V Sporgente del Porto di Taranto”;
  • “Piastra portuale di Taranto – Strada dei Moli”;
  • “Piastra portuale di Taranto – Vasca di Colmata”;
  • “Piastra portuale di Taranto – Ampliamento IV Sporgente e Darsena Ovest”;
  • “Riqualificazione del Molo Polisettoriale – Nuova Diga Foranea di protezione del Porto fuori rada di Taranto – Tratto di Ponente”;
  • “Rettifica, allargamento ed adeguamento strutturale della banchina di Levante del molo San Cataldo e consolidamento della calata 1 del porto di Taranto”.

Oltre che agli impatti derivanti dall’attuazione del nuovo Piano Regolatore Portuale, approvato con la Delibera di Giunta Regionale n. 1384 del 23 luglio 2019.

Free Joomla! template by L.THEME