Il nuovo Piano Regolatore del Porto, adottato di recente, prevede da un lato di incrementare le aree destinate alle attività commerciali per consentire l’acquisizione di nuovi traffici e, dall’altro, di migliorare il rapporto con la città, aprendo ad essa nuove aree dell’ambito portuale.

planimetria-nuovo-piano-regolatore-italiano

 

  1. Piastra portuale di Taranto
  2. Riqualificazione e Miglioramento igienico sanitario dell’ala Est della Palazzina n. 6 presso il molo polisettoriale da adibire a Servizi di controllo sanitario
  3. Ricostruzione dell'impalcato in C.A.P. della testata inagibile del Molo San Cataldo
  4. Edifici per sistemazioni logistiche dei servizi tecnico-nautici in area retrostante la darsena servizi del porto di Taranto
  5. I° Lotto degli interventi di messa in sicurezza e bonifica della falda in area ex Yard Belleli, funzionale alla realizzazione della cassa di colmata c.d. "ampliamento V Sporgente"
  6. Riqualificazione del molo polisettoriale - ammodernamento della banchina di ormeggio
  7. Nuova diga foranea di protezione del porto fuori rada di Taranto - tratto di ponente
  8. Interventi per il dragaggio di 2,3 mmc di sedimenti in area Molo Polisettoriale e per la realizzazione di un primo lotto per la cassa di colmata funzionale all'ampliamento del V Sporgente del Porto di Taranto
  9. Rettifica, allargamento e adeguamento strutturale della banchina di levante del molo San Cataldo e della calata 1 del porto di Taranto
  10. Centro servizi polivalente per usi portuali al molo San Cataldo nel porto di Taranto
  11. Riqualificazione della banchina e dei piazzali in radice del Molo Polisettoriale
  12. Potenziamento dei collegamenti ferroviari del complesso del Porto di Taranto con la rete nazionale
  13. Rete di raccolta, collettamento e trattamento acque di pioggia nelle aree comuni del porto e rete idrica e fognante nella zona di levante del porto di Taranto